giovedì 1 dicembre 2016

CENA SOCIALE 2016

"Benvenuti alla 4° edizione della Cena Sociale di Bikersinmoto".
Questa la frase di apertura pronunciata per dare inizio alla Cena/ Evento che Bikersinmoto tiene alla fine di ogni novembre per riepilogare tutte le iniziative proposte durante l'anno quasi trascorso.
Diciamo evento perché oramai, tra mostre, video, foto e concorso, la cena è divenuta la coreografia.
Nella fattispecie abbiamo in ordine: presentato il viaggio in Cile e Argentina in programma per ottobre 2017; mostrato le uscite prodotte nel 2016 con una sempre crescente partecipazione; presentato il viaggio itinerante nelle zone terremotate  con l'iniziativa di offrire la piadina romagnola ai bambini delle scuole di Amatrice; a questo va aggiunto che tutto il ricavato del calendario Bkfoto 2016 sarà devoluto a questa ultima iniziativa; presentazione del programma 2017 che tra pochi giorni sarà pubblicato nel dettaglio su questo sito.
Non sono mancati momenti goliardici ai quali tutto il pubblico presente ha mostrato grande simpatia(alcuni di loro erano gli ignari protagonisti).
Vogliamo ringraziare anche gli sponsor che con la loro generosità hanno permesso lo svolgimento della lotteria con tanti ricchi premi e la premiazione del concorso.
Una menzione particolare va all'amico e socio Massimmo Tabanelli che un ..."lieve" contrattempo gli ha impedito di non essere dei nostri ma, al quale, tutti hanno inviato i migliori auguri di pronta guarigione.
Infine voglio menzionare  il vincitore del concorso Bkfoto;  Anna Ripa alla quale vanno i nostri graditissimi complimenti.
Hasta Bikersinmoto SIEMPRE.




mercoledì 26 ottobre 2016

Una "giornata particolare" ad AMATRICE

L'emozione vissuta ad Amatrice sta negli occhi dei bambini con la piadina in bocca, nello stupore delle maestre per un piccolo gesto fatto con il cuore, nella disponibilità di Don Savino, parroco di Amatrice che dal giorno del terremoto vive in un container accanto al centro Caritas e offre cibo e bevande a chiunque e in una tenda dove ogni sera recita la santa messa; sta nei volontari del Trentino  che stanno realizzando in pochi giorni delle scuole da far invidia a mezza Italia; e ancora nel corpo dei vigili del fuoco e di tutte le forze dell'ordine presenti che dimostrano, ancora una volta, di essere il meglio del nostro Paese martoriato da tragedie come questa.
L'emozione vissuta sta nel centro della zona rossa che nessuna foto o video potranno mai raccontare.
L'emozione vissuta sta nei nostri cuori e lí rimarrà per ricordare a futura memoria a Noi e a tutti che da quelle tragedie si esce solo con tanta solidarietà.
Bikers ha voluto semplicemente rendere una piccolissima testimonianza ma che spero serva a raccogliere tanto per aiutare qualche progetto meritevole verso chi, in questo momento, HA PERSO PROPRIO TUTTO.
Contiamo sul buon cuore di tutti per raccogliere il più possibile e inimmaginabile...grazie  










queste foto scattate dentro la zona rossa, per gentile concessione del corpo dei vigili del fuoco nazionale che ci ha scortato e accompagnato, sono solo uno "sguardo" ma è proprio attraverso quello "sguardo" che dedicheremo la copertina del calendario Bikers 2017 ad Amatrice.
Si ringrazia Il Pianeta Piada di Rimini, Forlimpopoli e Milano Marittima che hanno contribuito alla realizzazione di: "Una Piada per Amatrice".




lunedì 17 ottobre 2016

Per Amatrice

Ci siamo: venerdì sera Bikersinmoto si mette in viaggio verso Amatrice per essere pronto sabato mattina ad organizzare la merenda ai bambini della scuola a base di piadina romagnola gentilmente offerta dal Pianeta Piada di Rimini.
Vogliamo ringraziare l'organizzazione del 16 Corto film festival per averci ospitato durante la settimana  per una raccolta fondi ad hoc.
E ringrazio quanti ancora vorranno elargire un piccolo contributo per i bambini della scuola di Amatrice.
Sarà nostra cura documentare la nostra uscita con foto e video che mostreremo, durante la cena sociale presso la "casa delle aie", il 26 novembre prossimo.



domenica 11 settembre 2016

Week end Petriolo

E alla fine la luce fu: abbiamo fatto pace con il tempo; un sole splendente ci ha accompagnato lungo questa ultima uscita prevista per il primo week end di settembre; l"appuntamento dedicato alle terme.
Un "gruppone" formato da 34 persone distribuite tra 18 equipaggi in moto e una macchina di accompagnamento, partiva alla volta della splendida Toscana in quel di Petriolo a 2 passi da Siena.
L'itinerario prevedeva il passo del Muraglione al quale non si poteva non dedicare una sosta caffè .
Bravi Noi ad organizzare un week end praticamente perfetto ma sopratutto bravi tutti i partecipanti che mai una volta hanno avuto tentennamenti ed hanno come sempre partecipato attivamente a tutto quanto proposto. Non solo Romagna in questo gruppo ma equipaggi provenienti da Milano, Roma e la meravigliosa Liguria.
Un agriturismo di livello con ogni confort ha fatto da cornice ad un barbecue per pranzo e un apericena all'interno della sua Corte. La serata registrava il lancio di un gioco nuovo confezionato apposta per l'occasione dove ha visto 3 squadre sfidarsi di fronte ad immagini riguardanti i film più famosi della filmografia internazionale. ( nella foto la squadra vincente )
Il giorno successivo, dopo la sosta a Montepulciano, le "vele"  si spiegavano alla volta del lago Trasimeno dove un aperitivo bordo-lago prima ed un pranzo presso il giardino di una antichissima trattoria poi hanno fatto da sfondo ad un week end coi fiocchi.
Rimane solo il rammarico per questa stagione oramai in conclusione ma la certezza che a breve saremo pronti per i nuovi programmi da vivere in maniera avvincente nella prossima stagione a venire sempre a cavallo delle nostre fantastiche MOTO.



sabato 11 giugno 2016

DOLOMITI TOUR

Quando le nuvole ci hanno avvolto sulla cima del Manghen noi, da veri Bikers, ci siamo rintanati dentro al rifugio con piatti di polenta, salsicce, gulasch e strudel ...una delizia.
L'arrivo a Cavalese presso l'hotel Sacro Cuore, previsto per le 16 si protraeva fino alle 19,30 per divagazioni sul tema che ci portavano fino a Moena, la perla delle Dolomiti.
Il giorno seguente si affacciava a Noi luminoso; avremmo percorso 200 km e 250 tornanti attraverso 4 tra i passi dolomitici più famosi al mondo: Fedaia (Marmolada), Falzarego, Giau e Pordoi; niente di più spettacolare. Mentre al Giau abbiamo pranzato nel suo rifugio stellato con piatti tipici, al Pordoi abbiamo celebrato la cerimonia commemorativa per il Vicepresidente; no, quanti ci leggono per la prima volta non pensino male; il nostro vicepresidente gode di ottima salute ma per saperne di più dovrete partecipare ad una qualsiasi Reunion di Bikers e chiedere lumi in merito.
La serata veniva allietata dalla famosissima Corsa dei Cavalli, gioco assolutamente d'azzardo e vietato ai minori.
La mattina seguente partivamo alla volta dei passi Lavazè e Oclini, paradiso per i fondisti di sci, poi piccolo fuori programma al Santuario di Pietralba quindi ci siamo addentrati nel cuore dell' Alto Adige dove un grazioso agriturismo ci ha deliziato con speck, formaggi, pane casereccio, patate saltate e dolci strabilianti; nulla di più vero, nulla di più autentico. Ripartivamo alla volta del lago di Carezza con colori da brivido che solo pochi mesi all'anno si ha la fortuna di vedere quindi passo Costalunga, Pozza di fassa e, da veri kamikaze ci inoltravamo, nonostante un nubifragio, dentro alla valle San Nicolò; una vera delizia di paesaggio  quasi fiabesco, sormontato dalla catena dei Monzoni; un vero peccato ma...nessuna paura una cioccolatissima mit panna ci attendeva al pit stop successivo.
Ultimo giorno ma non meno importante, dopo aver salutato l'hotel che, voglio ringraziare a nome di tutti i partecipanti per l'ottima accoglienza e disponibilità manifestata, scendevamo a Bolzano per pausa caffè  quindi  passo Palade, lago Smeraldo con il suo canyon, Ronzone sotto al passo della Mendola, ultimo in programma  del Tour, quindi pausa pranzo al rifugio le Regole, posizionato in un altopiano tanto bello quanto nascosto ai visitatori; 50 anni di storia tutti da "gustare".
Al fine  ultima pausa al lago di Caldaro, famoso per i suoi vini, e ripartenza per viaggio di ritorno.
Nonostante il tempo non sempre favorevole, lo spettacolo che le Dolomiti offrono è tale da non lasciare dubbi; E' SEMPLICEMENTE UNICO.




mercoledì 27 aprile 2016

SANTA INQUISIZIONE

UMBRIA , cuore d"Italia

Come si fa a non amare il Nostro Cuore; anche se diluviata, allagata, sacrificata, (qualche  mėta non è stato possibile raggiungere), abbiamo compiuto l'uscita di Bikersinmoto destinazione Umbria bassa.
Nonostante un fuoco incrociato di acqua e vento, nulla ha potuto contro 15 temerari Bikers e 2 equipaggi auto al seguito, che hanno saputo guidare attraverso un percorso non facile e reso a volte insidioso dal terreno accidentato.
Ma, in fondo, anche questo è l'ESSERE MOTOCICLISTA; affrontare a muso duro (lo cantava Bertoli) tutte le difficoltà  che la strada ti presenta; alla fine la ricompensa c'é sempre e noi ne abbiamo trovata più d'una ; la prima a Bevagna, villaggio incantevole dove siamo riusciti a "rapinare una visita con guida al Teatro Comunale"; piacevolissima. Dopo la ripartenza, eravamo però costretti a ripiegare anzitempo alla volta dell'Agriturismo il quale ci accoglieva con pane olio e bruschette annaffiato da un vinello che scendeva....scendeva.
E mentre il camino al centro del "nostro salone" ardeva, ci sistemavamo nelle camere o meglio appartamenti molto curati. L'oste, al secolo Rosaria, ci faceva sentire come a casa, niente da dire.
Cene e colazioni da primato con specialità tipiche della miglior tradizione umbra.
La mattina successiva partivamo alla volta di Narni con sosta alla foresta di Dunarobba per la quale, a dire il vero, mi aspettavo di più; dove invece sono o meglio siamo (dalle impressioni raccolte) rimasti spiazzati è la visita alla Narni sotterranea; due parole per tutte: "Magica&Misteriosa ".
E mentre il tesoriere e il vice si addentravano in una idea di riesumazione del famoso "tribunale inquisitorio" espresso al tempo dalla chiesa, noi esseri terreni,  ci addentravamo nel cuore della città  per sostare in una tipica Osteriaccia aperta per l'occasione della Festa dell'Anello, famosa sagra tra contrade con competizione serrata incluse botte da orbi.
Ora, per non farci mancare nulla, abbiamo trascorso i dopo cena  in pieno stile "villaggio vacanze" con serate "Musichiere" e "Tra moglie e marito" dove la vera rivelazione sono stati i partecipanti i quali, hanno sfoderato un marcato spirito competitivo e raccontato fatti anche privati a prova di pubblico... complimenti.
All'indomani virgola 25 aprile virgola Civita di Bagnoregio punto; non saprei cosa altro aggiungere a questo gioiello di borgo italiano posizionato da Dio ..."lassù". Nella mattinata ci raggiungevano da Roma due Bikers dispersi (Gennaro e moglie) che hanno pranzato con Noi ad Orvieto, altra perla umbra, a ridosso del Duomo, capolavoro dell'architettura gotica.
Ma il sole,  che non si era dimenticato di Noi, ha voluto farsi perdonare accompagnandoci nel viaggio di ritorno, attraverso il valico di Verghereto fino all'ultimo pit-stop di Cesena.
Inutile qui elencare tutti gli aneddoti e le situazioni "terrificanti" mostrate da alcuni dei partecipanti; perché ..???? la prossima volta venite anche Voi, sempre se la Santa Inquisizione ci lascia......






martedì 19 aprile 2016

Da ZERO a MILLE... MAKED

Doveva essere da zero a Mille e siamo arrivati a 1376 mt. sul livello del mare, dopo aver lasciato il sorgere del sole alle spalle del grattacielo di Cesenatico.
Doveva essere un tempo incerto ed invece il sole ci ha accompagnato tutto il giorno, con temperature che hanno sfiorato i 22 gradi.
Doveva essere un gruppetto sparuto e ci siamo trovati in ben 14 partecipanti  e 10 equipaggi ad inaugurare la stagione Bikersinmoto 2016
Doveva essere ED E' STATO 

Questi 14 coraggiosi "Bikers", bardati da una sfavillante armatura color arancio, (i nuovi copri giubbotti che Bikers ha fatto realizzare per l'occasione e che saranno consegnati a tutti i partecipanti delle uscite Bikers), hanno cavalcato le loro moto tra tornanti impervi e, a volte, pieni di insidie per approdare prima a Ridracoli, dove una diga maestosa ci ha accolto con una quiete disarmante, poi in Campigna per finire alla Burraia dove ci è stato servito un pranzo abbondante e  delizioso  preceduto da un gnocco fritto di stile "impero".

Doveva essere  ED E' STATO 

questo slogan è  un grido di battaglia che spero, ci accompagnerà per tutto il 2016 

Forza ragazzi alla prossima.  


domenica 17 gennaio 2016

20 MARZO - DA ZERO A MILLE SPOSTATA AL 10 APRILE

L'iniziativa di Bikersinmoto sotto riportata e' stata, per motivi di incertezza metereologica,spostata al 10 aprile, stesso ritrovo, stesso programma.
Ritrovo ore 9 a Cesenatico in piazza A. Costa (grattacielo) e partenza in direzione Cesena, Forlimpopoli e risalendo la vallata del Bidente fino a Santa Sofia.
Visita alla Diga di Ridracoli.  Si riparte lungo la bidentina per raggiungere dopo circa 20 KM di curve da “bravo motociclista” località Campigna a 1.000 mt. Sosta pranzo. Alle 5,30 si riparte in direzione S.Sofia e attraverso il passo del Carnaio si raggiungerà la E45, all’altezza di S.Piero in Bagno per proseguire in direzione Cesena e ritorno a Casa.
Quota € 35,00 comprende tutto quanto espressamente scritto nel programma.

23 - 25 APRILE - UMBRIA ( 3 giorni )

SABATO
ore 9:  Partenza da Forlimpopoli con arrivo a Bevagna, sosta e pranzo libero. A seguire ripartenza direzione Montegabbione - visita Convento "La Scarzuola".
In serata arrivo all'Agriturismo Santa Maria di San Venanzo che ci ospiterà in mezza pensione per 2 giorni.
DOMENICA
Ore 9: dopo la colazione partiremo direzione Narni con sosta partenza alla Foresta Fossile di Donnarubba. Arrivati a Narni faremo visita guidata alla città sotterranea.
Dopo il pranzo libero (libero) partenza per Cascia con sosta Cascata delle Marmore.
visita Santuario di Cascia e a seguire partenza direzione Agriturismo San Venanzo con sosta caffè a Montefalco.
LUNEDI'
Dopo la colazione partenza per Civita di Bagnoregio (escursione nel Lazio) con visita del borgo, poi partiremo per la volta di Orvieto con parcheggio in piazza, visita del Duomo e pranzo di commiato prima di riprendere la strada del ritorno.



QUOTA € 155,00  comprende il trattamento in mezza pensione per 2 giorni, i tickets d'ingresso per "La Scarzuola" e per la visita della città sotterranea a Narni e pranzo dell'ultimo giorno

Non comprende quanto espressamente non incluso nella quota comprende.




2-5 GIUGNO - DOLOMITI ( 4 giorni )

Giovedì ore 9,00 : Ritrovo presso Hotel San Giorgio a  Forli; dopo i convenevoli, partenza alla volta di Ravenna per imboccare la strada Romea - Val Sugana e infine conquistare il Passo Manghen;
sosta prevista durante il percorso quindi arrivo a Cavalese cena e pernottamento.

Venerdi: dopo la prima colazione partenza alla volta di Canazei; pausa caffè quindi direzione Passo Fedaia con sosta sopra la Diga Fedaia sotto alla maestosità della MARMOLADA.
Ripartenza verso Passo Falzarego e arrivo al Passo Giau: sosta con pranzo libero.
Ripartenza da Passo Giau  verso il Passo Pordoi dove arriveremo in prossimità del tramonto quindi rientro a Cavalese per cena e pernottamento.

Sabato: dopo la prima colazione partenza verso il passo Lavazè quindi lambendo il lago di Carezza raggiungeremo il passo Costalunga e  scendendo a Pozza di Fassa  entreremo nella Valle San Nicolò dove dopo aver lasciato le nostre moto, percorreremo circa 800 mt. a piedi per raggiungere la famosa Baita Ciampié:  qui ci accamperemo  per consumare il pranzo al sacco (consegnato alla mattina dall’hotel), sotto allo spettacolare gruppo dei Monzoni .
Rientro nel tardo pomeriggio a Cavalese per cena e pernottamento.

Domenica: dopo la prima colazione e aver lasciato l’Hotel partiremo direzione Bolzano quindi attraversando il Passo Palade, sbucheremo a  Ronzone dove entreremo in un bosco alla fine del quale si aprirâ una vallata abitata da alcuni rifugi storici dove, in uno di questi, ci verra servito uno splendido pranzo a conclusione del Nostro Tour Dolomitico.

Alla ripartenza attraverseremo l’ultimo passo in programma, il Passo Mendola, quindi scenderemo al Lago di Caldaro; piccola sosta per gli ultimi convenevoli prima di riprendere la strada ( A22 )   destinazione “casa”.

QUOTA € 190,00 
La quota comprende: trattamento di mezza pensione per il giovedi, venerdi e sabato; il pranzo al sacco e il pranzo al rifugio della domenica.


Non comprende quanto espressamente non indicato nella quota comprende.



3-4 SETTEMBRE - TERME DI PETRIOLO ( 2 giorni )

Sabato 3: Ritrovo nel piazzale del Grand Hotel Forlì (Stradone dir. Castrocaro) ore 9,00.

Partenza alla volta del Passo del Muraglione; sosta dovuta come davanti ad un'oracolo;
foto di rito piccolo snack quindi ripartenza alla volta delle Terme Libere di Petriolo;
qui verrà allestito un barbecue, nel mentre si potrà già  immergersi nelle acque calde della fonte.
Nel pomeriggio dopo una pausa relax ci dirigeremo alla volta dell’ Agriturismo per la cena e pernottamento.

Domenica 4: dopo la prima colazione partenza alla volta di Siena attraverso le pendici dei colli toscani; pausa caffè nella piazza del Campo quindi partenza alla volta di Castiglione del Lago  sul favoloso Lago Trasimeno, dove ci verra servito il pranzo.

Gireremo quindi attorno al lago fino a Passignano  quindi, dopo l’ultima sosta, ripartiremo direzione Città di Castello - E45 - alla volta di Verghereto per scendere di nuovo a Forli.


Quota € 115,00
La quota comprende il Barbecue, la cena  il pernottamento la colazione e il pranzo sul lago  (praticamente tutto quanto indicato nel programma).